News ed aggiornamenti

/ News e aggiornamenti / Rischio Chimico nel settore Edile

21 Luglio 2020

Rischio Chimico nel settore Edile

E' con piacere che vi ripresentiamo un riassunto delle Linee Guida INAIL relativo al rischio chimico in campo edile.

Procediamo quindi per punti.

 

Conoscere il rischio chimico nel settore edile 

Molti dei materiali usati in edilizia sono prodotti chimici e possono comportare rischio di esposizione durante il loro impiego. Sono prodotti chimici: cementi, calce, vernici, pitture, smalti, svernicianti, impermeabilizzanti, intonaci, disarmanti, acceleranti, ritardanti, colle, solventi, resine, antiruggine, pigmenti, stucchi, prodotti bituminosi, isolanti.

Inoltre molte fasi lavorative in edilizia possono comportare esposizione al rischio chimico. Ad esempio:

  • Opere di scavo, getto cemento, movimento terra (polveri);
  • Saldatura (fumi di saldatura);
  • Asfaltatura, impermeabilizzazioni (sostanze organiche);
  • Posa in opera e rifacimento di impianti vari (polveri, fibre, vernici, primer);
  • Posa in opera di pavimenti, parquet (vapori di colle, malte, resine);
  • Lavori di finitura esterna, tinteggiatura (pitture, vernici, polveri).

I danni, conseguenti all’esposizione agli agenti chimici, possono manifestarsi sia a breve che a lungo termine.

Alcuni degli effetti a breve termine: il contatto della pelle e/o degli occhi con acidi corrosivi provoca immediatamente ustione.

Alcuni degli effetti a lungo termine: l’inalazione ripetuta nel tempo, anche per anni, di polveri di cemento può causare broncopneumopatia cronica.

Per questo è importante adottare le MISURE DI PREVENZIONE e PROTEZIONE.

 

Mansioni che espongono a rischio chimico in edilizia

MANSIONE: CONDUTTORI MACCHINE PER MOVIMENTO TERRA E ESCAVATORISTA

AGENTE CHIMICO: POLVERI SILICE GAS DI SCARICO IDROCARBURI, OLI LUBRIFICANTI

MANSIONE: MURATORE CEMENTISTA (posatore, preparatore, addetto getti, ecc.), CARPENTIERE LEGNO

AGENTE CHIMICO: POLVERI DI LEGNO CEMENTO CALCE ADDITIVI (fluidificanti, ritardanti, acceleranti, antigelo),FLUIDI e OLI DISARMANTI STUCCHI, MALTE ISOLANTI (schiume, materiali fibrosi quali lana di roccia, lana di vetro, ecc.)

MANSIONE: CARPENTIERE/FERRAIOLO (montaggio ferro per cemento armato)

AGENTE CHIMICO: POLVERI PRODOTTI PER METALLI ACIDI

MANSIONE: SABBIATURA PERFORAZIONE DEMOLIZIONE

AGENTE CHIMICO: POLVERI SILICE ISOLANTI (materiali fibrosi quali lana di roccia, lana di vetro, ecc.), AMIANTO

MANSIONE: APPLICATORE DI COPERTURE IMPERMEABILI

AGENTE CHIMICO: GAS DI COMBUSTIONE FUMI CON IPA PRODOTTI BITUMINOSI (guaine, teli, sigillanti, ecc.), PRIMER ISOLANTI (schiume, ecc.)

MANSIONE: IMBIANCHINO DECORATORE STUCCATORE INTONACATORE

AGENTE CHIMICO: POLVERI INTONACI STUCCHI, MALTE ADDITIVI (coloranti, resine, ecc.), PITTURE, VERNICI ADESIVI, COLLE

 

 IL CEMENTO: MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Il CEMENTO può causare: tosse, danni alle vie respiratorie e malattie polmonari; dermatiti, allergie da contatto (parti scoperte degli arti: mani, braccia) ed ustioni; irritazione e gravi lesioni oculari.

Come prevenire il rischio:

  • Utilizzare cementi a basso contenuto di cromo VI stabilizzati con agenti riducenti e verificarne le scadenze (l’azione stabilizzante dura circa 6 mesi).
  • Dismettere e riporre separatamente gli abiti contaminati, le calzature, gli occhiali, ecc., pulendoli completamente prima di riutilizzarli.
  • Impiegare mezzi meccanici per la movimentazione.
  • Prevenire lo spandimento della polvere di cemento (es. utilizzare utensili a bassa velocità, non spazzare).
  • Il cemento umido non deve entrare in contatto con acidi, sali di ammonio, alluminio (non utilizzare contenitori di alluminio), con altri metalli e con acido fluoridrico (produce gas corrosivi).
  • Non entrare in ambienti (silos, contenitori, camion) contenenti cemento sfuso senza adottare misure di sicurezza al fine di evitare rischio seppellimento e di soffocamento.
  • Subito dopo aver movimentato/manipolato cemento o suoi impasti lavarsi con sapone neutro.
  • Non inalare le polveri.
  • Non ingerire: in caso di ingestione accidentale consultare immediatamente un medico e mostrare l'etichetta.
  • Non disperdere nell’ambiente, in fognature e in corpi idrici (grandi quantità di cemento possono risultare tossiche per la vita acquatica).

 

FLUIDI DISARMANTI

Impiegati per la preparazione di casseforme di legno o metalliche per i getti di calcestruzzo, hanno composizione variabile (sostanze organiche, oli vegetali, solventi, metalli pesanti, emulsionanti, prodotti bituminosi, ecc.) e di conseguenza anche gli effetti sulla salute possono essere differenti.

Possono causare dermatiti, congiuntiviti, danni all’apparato respiratorio. Se ingeriti possono causare danni ai polmoni fino ad essere letali. Possono aumentare il rischio di incendio.

 

MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

  • Preferire l’applicazione con spazzolone o pennello piuttosto che nebulizzare.
  • Non usare oli esausti in quanto contengono idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e policlorobifenili (PCB).
  • Conservare in luogo fresco e ben ventilato, lontano da fonti di calore e sorgenti di accensione. Riporre separatamente gli indumenti da lavoro e lavarli a parte. In caso di incendio evitare di respirare i prodotti di combustione.
  • Evitare di respirare i vapori/aerosol durante l’utilizzo.
  • Non disperdere nell’ambiente, in fognature e in corpi idrici e smaltire come rifiuti pericolosi.

 

PRODOTTI PER MURATURE, PAVIMENTI, METALLI E LEGNO

Prodotti impiegati principalmente per il trattamento di murature, legno, metalli e pavimenti (antimuffa, antiruggine, antialghe, detergenti, svernicianti, disincrostanti, impermeabilizzanti, stabilizzanti, intonaci, materiali per strati di fondo e per giunti, induritori, spiananti, turapori, antipolvere, colle, solventi, primer, vernici, smalti, resine ed adesivi). Contengono sostanze pericolose per la salute (es. nocive, irritanti, tossiche) e la sicurezza del lavoratore (es. infiammabili, corrosive).

Possono causare cefalea, vertigini, sensibilizzazione cutanea e respiratoria, ecc.

 

MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

  • Non nebulizzare ma preferire l’applicazione con pennello.
  • Se il prodotto viene manipolato e/o stoccato in luogo chiuso aerare adeguatamente i locali o ricorrere ad aspirazione localizzata.
  • Riporre separatamente gli indumenti da lavoro e lavarli a parte.
  • Non tenere stracci sporchi nelle tasche.
  • Conservare il recipiente chiuso e tenere fuori dalla portata dei bambini e lontano da alimenti, bevande e mangimi.
  • Se la scheda di sicurezza definisce il prodotto infiammabile, non fumare e tenere lontano da fiamme e scintille.
  • In caso di incendio usare i mezzi previsti dalla scheda di sicurezza.
  • Evitare il contatto con pelle ed occhi.
  • Non ingerire e non inalare polveri, gas, fumi, vapori e aerosol. riportare sul contenitore l'etichettatura e rendere disponibile.
  • Non disperdere nell'ambiente, in fognature e in corpi idrici e smaltire seguendo le indicazioni della scheda di sicurezza.
In primo piano
  • 03 Dicembre 2021

    DAL 6 DICEMBRE ARRIVA IL SUPER GREEN PASS: ECCO LA GUIDA COMPLETA

    Il 6 dicembre sarà in vigore il Super Green Pass, la certificazione rafforzata istituita come ulteriore misura per contrastare la quarta ondata. Per l’accesso ad alcune attività sociali non basterà la certificazione ottenuta con il tampone, occorrerà ...

    Dettagli
  • 20 Settembre 2021

    Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127 - GREEN PASS & NOVITA' PER IL LAVORO PUBBLICO E PRIVATO

    Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, nella  Gazzetta Ufficiale n. 226 del 21 settembre 2021, il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, che introduce misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito ...

    Dettagli
  • 06 Agosto 2021

    CONTROLLO GREEN PASS E PRIVACY: COME COMPORTARSI?

    Il Titolare del trattamento rischia una sanzione salata se non conferisce un incarico formale al soggetto che avrà il compito di verificare il possesso della certificazione verde Covid-19 e se non mette a disposizione una informativa sul trattamento dei dati personali. È quanto ...

    Dettagli
  • 02 Agosto 2021

    Tasso medio per prevenzione Inail: scopri come puoi ottenere la riduzione!

    L’INAIL ha comunicato che è disponibile sul portale, nella sezione della modulistica Moduli e modelli – Assicurazione – Premio Assicurativo, il nuovo modello OT23 da utilizzare per le domande di riduzione del tasso medio per prevenzione e la relativa ...

    Dettagli
  • 12 Luglio 2021

    NUOVA SABATINI BENI STRUMENTALI

    Nuova Sabatini Beni strumentali  Con il decreto direttoriale 2 luglio 2021, è disposta, a partire dalla data del medesimo decreto, la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie (disposto ...

    Dettagli
  • 26 Aprile 2021

    PROTOCOLLO VACCINAZIONI NEI LUOGHI DI LAVORO - il Piano Vaccinale Aziendale, l'impatto della Pandemia e i cambiamenti sul lavoro e sulla salute e sicurezza

    In relazione ai recenti sviluppi nella campagna vaccinale nazionale anti SARS-CoV-2/Covid-19, informiamo i nostri lettori che sarà possibile attivare punti straordinari di vaccinazione a livello aziendale. Tale attività costituisce un’importante azione di sanità pubblica ...

    Dettagli
  • 16 Marzo 2021

    BANDO ISI INAIL 2020 – finanziamenti per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

      BENEFICIARI BANDO TUTTE le imprese, anche individuali iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Enti del terzo settore (per alcuni interventi specifici) E’ prevista una specifica linea di finanziamento per le seguenti categorie: - Settori pesca - ...

    Dettagli
Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici
Ragione Sociale*
Indirizzo*
Nome / Cognome*
Telefono*
Email*
Argomento di interesse*
Eventuale Corso di interesse
Messaggio
Iscriviti alla newsletter