News ed aggiornamenti

/ News e aggiornamenti / Tecnologia e smart working: il rischio TECNOSTRESS

15 Luglio 2020

Tecnologia e smart working: il rischio TECNOSTRESS

 

La definizione di TECNOSTRESS

Il termine tecnostress è stato coniato nel 1984 da Craig Brod, per indicare lo stress indotto dall'utilizzo di nuove tecnologie soprattutto informatiche, derivato spesso dal malfunzionamento delle stesse.

A fornire un'altra definizione di tecnostress sono Michelle Weil e Larry Rosen le cui tesi lo descrivono come "Ogni conseguenza negativa che abbia effetto su attitudini, pensieri, comportamenti o psiche, causata direttamente o indirettamente dalla tecnologia".

ll tecnostress è una sindrome da stress causata dall'utilizzo delle ICT ed ha impatti significativi sia sulla vita sociale dell'individuo che su quella lavorativa.

 

Valutazione del rischio

L'esposizione al tecnostress può far insorgere alcune patologie, che si manifestano tramite sintomi ed effetti riconoscibili a più livelli, causando patologie e disturbi differenti.

Nel 2007 affermata giurisprudenza ne ha riconosciuto l’obbligatorietà di Valutazione.

Nel 2014 l’INAIL inserisce il Tecnostress nelle malattie professionali non tabellate, considerandolo come danno da costrittività organizzativa rientrante nelle malattie psichiche e psicosomatiche da disfunzione dell’organizzazione del lavoro.

Questa nuova malattia professionale colpisce il 45% dei lavoratori sia in sede che in lavoro Agile.

 

Il lavoro agile, cos'è

ll lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall'assenza di vincoli orari o spaziali e un'organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.

La definizione di smart working, contenuta nella legge n. 81/2017, pone l'accento sulla flessibilità organizzativa, sulla volontarietà delle parti che sottoscrivono l'accordo individuale e sull'utilizzo di strumentazioni che consentano di lavorare da remoto (come, ad esempio, pc portatili, tablet e smartphone).

Ai lavoratori agili viene garantita la parità di trattamento - economico e normativo - rispetto ai loro colleghi che eseguono la prestazione con modalità ordinarie. È, quindi, prevista la loro tutela in caso di infortuni e malattie professionali, secondo le modalità illustrate dall'INAIL nella circolare n. 48/2017.

  

Come prevenirlo

Per prevenire il rischio, le misure di intervento primarie possono svolgersi a due livelli:

1. Livello individuale, consentendo al lavoratore di mettere in atto comportamenti per cambiare la situazione (strategie di problem solving);

1. Livello organizzativo, diminuendo il numero di richieste poste ai lavoratori e implementando supporto tecnico e formazione sul corretto utilizzo.

 

In primo piano
  • 03 Dicembre 2021

    DAL 6 DICEMBRE ARRIVA IL SUPER GREEN PASS: ECCO LA GUIDA COMPLETA

    Il 6 dicembre sarà in vigore il Super Green Pass, la certificazione rafforzata istituita come ulteriore misura per contrastare la quarta ondata. Per l’accesso ad alcune attività sociali non basterà la certificazione ottenuta con il tampone, occorrerà ...

    Dettagli
  • 20 Settembre 2021

    Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127 - GREEN PASS & NOVITA' PER IL LAVORO PUBBLICO E PRIVATO

    Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, nella  Gazzetta Ufficiale n. 226 del 21 settembre 2021, il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, che introduce misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito ...

    Dettagli
  • 06 Agosto 2021

    CONTROLLO GREEN PASS E PRIVACY: COME COMPORTARSI?

    Il Titolare del trattamento rischia una sanzione salata se non conferisce un incarico formale al soggetto che avrà il compito di verificare il possesso della certificazione verde Covid-19 e se non mette a disposizione una informativa sul trattamento dei dati personali. È quanto ...

    Dettagli
  • 02 Agosto 2021

    Tasso medio per prevenzione Inail: scopri come puoi ottenere la riduzione!

    L’INAIL ha comunicato che è disponibile sul portale, nella sezione della modulistica Moduli e modelli – Assicurazione – Premio Assicurativo, il nuovo modello OT23 da utilizzare per le domande di riduzione del tasso medio per prevenzione e la relativa ...

    Dettagli
  • 12 Luglio 2021

    NUOVA SABATINI BENI STRUMENTALI

    Nuova Sabatini Beni strumentali  Con il decreto direttoriale 2 luglio 2021, è disposta, a partire dalla data del medesimo decreto, la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie (disposto ...

    Dettagli
  • 26 Aprile 2021

    PROTOCOLLO VACCINAZIONI NEI LUOGHI DI LAVORO - il Piano Vaccinale Aziendale, l'impatto della Pandemia e i cambiamenti sul lavoro e sulla salute e sicurezza

    In relazione ai recenti sviluppi nella campagna vaccinale nazionale anti SARS-CoV-2/Covid-19, informiamo i nostri lettori che sarà possibile attivare punti straordinari di vaccinazione a livello aziendale. Tale attività costituisce un’importante azione di sanità pubblica ...

    Dettagli
  • 16 Marzo 2021

    BANDO ISI INAIL 2020 – finanziamenti per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

      BENEFICIARI BANDO TUTTE le imprese, anche individuali iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Enti del terzo settore (per alcuni interventi specifici) E’ prevista una specifica linea di finanziamento per le seguenti categorie: - Settori pesca - ...

    Dettagli
Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici
Ragione Sociale*
Indirizzo*
Nome / Cognome*
Telefono*
Email*
Argomento di interesse*
Eventuale Corso di interesse
Messaggio
Iscriviti alla newsletter