News ed aggiornamenti

/ News e aggiornamenti / GDPR E SANZIONI

12 Aprile 2019

GDPR E SANZIONI

Arrivano le prime sanzioni in merito al nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati.

I mezzi di comunicazione di massa parlano di sanzioni fino a 10 o 20 milioni di euro, si tratta però di sanzioni massime. Ciò che non viene evidenziato è il fatto che non esistano sanzioni minime, quindi una sanzione potrebbe essere di un solo euro; inoltre la sanzione viene applicata solo dopo un’istruttoria, che prevede l’esame di 10 parametri, ognuno dei quali dà il proprio contributo alla determinazione della sanzione stessa.

Tra i suddetti parametri possiamo ricordarne alcuni:

  • la natura, la gravità e la durata della violazione tenendo in considerazione l'oggetto o la finalità del trattamento in questione nonché il numero di interessati lesi dal danno e il livello del danno da essi subito;
  • il carattere doloso o colposo della violazione;
  • eventuali precedenti violazioni pertinenti commesse dal titolare del trattamento o dal responsabile del trattamento;
  • le categorie di dati personali interessate dalla violazione;
  • la maniera in cui l'autorità di controllo ha preso conoscenza della violazione, in particolare se e in che misura il titolare del trattamento o il responsabile del trattamento ha notificato la violazione (data breach);
  • l'adesione ai codici di condotta approvati ai sensi dell'articolo 40 o ai meccanismi di certificazione approvati ai sensi dell'articolo 42.

 

Ad oggi sono state applicate tre sanzioni rispettivamente dall’Austria, dalla Francia e dalla Germania che ci fungono da esempio per vedere come nella realtà vengono calcolate ed applicate queste sanzioni.

Una prima sanzione viene applicata dal garante austriaco ad un esercizio commerciale che sviluppava attività di scommesse ed aveva installato delle telecamere, una delle quali inquadrava il marciapiede antistante l’ingresso. Il posizionamento di questa telecamera era troppo invasivo, nei confronti dell’obiettivo primario di installazione di tenere sotto controllo chi entrava nell’esercizio commerciale.

E’ stata portata a termine un’istruttoria, nella quale sono stati esaminati i 10 fattori che concorrono a determinare la sanzione che è poi stata quantificata nella somma di 5280€.

E’ già stata fatta richiesta all’autorità garante austriaca per avere il dettaglio delle modalità di valutazione dei 10 aspetti previsti dal regolamento.

Una seconda sanzione di 20.000€ è stata applicata dall’autorità garante tedesca del Baden Wuttenberg ad un operatore di social network, che non aveva protetto in modo adeguato 330.000 parole chiave dei soggetti  collegati a questa rete. La ragione per cui la sanzione applicata è relativamente modesta discende dal fatto che il titolare del trattamento si è immediatamente attivato, introducendo applicativi criptografici di protezione delle parole chiave e numerosi altri strumenti, che con ogni probabilità potranno prevenire il ripetersi dell’evento.

Una terza sanzione è quella applicata a Google dall’autorità garante francese-CNIL, di 50 milioni di euro perchè nella raccolta del consenso ad inserzioni pubblicitarie il messaggio non era chiaro.

Riteniamo molto interessanti le prime due sanzioni in quanto corrispondono a situazioni realistiche in cui innumerevoli titolari potrebbero trovarsi coinvolti.

Concludiamo rimanendo a disposizione per eventuali chiarimenti relativi all’applicazione della normativa privacy.

In primo piano
  • 08 Settembre 2020

    DPCM 07/09/2020 - Proroga delle misure di contenimento Covid-19

    Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm che proroga al 7 ottobre le misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 contenute nel Dpcm 7 agosto 2020.   Vi mettiamo inoltre a disposizione la modulistica per il rientro dalle Ferie dei ...

    Dettagli
  • 03 Agosto 2020

    CORONA VIRUS ULTIME NOTIZIE - DPCM AGOSTO 2020

    Nuovo DPCM agosto 2020 in arrivo la prossima settimana. Il nuovo decreto del presidente del consiglio con le nuove regole a partire dal 1° agosto 2020 doveva essere emanato entro il 31 luglio, ma il governo ha poi optato per una proroga del DPCM in scadenza. Il Consiglio dei Ministri riunitosi ...

    Dettagli
  • 21 Luglio 2020

    Rischio Chimico nel settore Edile

    E' con piacere che vi ripresentiamo un riassunto delle Linee Guida INAIL relativo al rischio chimico in campo edile. Procediamo quindi per punti.   Conoscere il rischio chimico nel settore edile  Molti dei materiali usati in edilizia sono prodotti chimici e possono comportare rischio ...

    Dettagli
  • 15 Luglio 2020

    Tecnologia e smart working: il rischio TECNOSTRESS

      La definizione di TECNOSTRESS Il termine tecnostress è stato coniato nel 1984 da Craig Brod, per indicare lo stress indotto dall'utilizzo di nuove tecnologie soprattutto informatiche, derivato spesso dal malfunzionamento delle stesse. A fornire un'altra definizione di tecnostress ...

    Dettagli
  • 06 Luglio 2020

    Un calendario fitto di corsi di formazione: cosa abbiamo in serbo per te a Settembre 2020?

      Calendario dei corsi previsti presso SICUREZZA FORMAZIONE SRL in Piazza Trento Trieste, 21 - Canale (CN).   Corso Preposto: 03/09/2020 presso sede Sicurezza Formazione srl. Per iscriverti clicca qui  Corso di Aggiornamento ...

    Dettagli
  • 06 Luglio 2020

    Un calendario fitto di corsi di formazione: cosa abbiamo in serbo per te a Ottobre 2020?

    Calendario dei corsi previsti presso SICUREZZA FORMAZIONE SRL in Piazza Trento Trieste, 21 - Canale (CN).   Formazione responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione Datore di Lavoro (RSPP DL) rischio basso 30/09/2020 e 07/10/2020 presso sede Sicurezza Formazione ...

    Dettagli
  • 20 Maggio 2020

    COMUNICATO INAIL: L’infortunio sul lavoro per Covid-19 non è collegato alla responsabilità penale e civile del datore di lavoro

      L’infortunio sul lavoro per Covid-19 non è collegato alla responsabilità penale e civile del datore di lavoro   Il datore di lavoro risponde penalmente e civilmente  delle infezioni di origine professionale solo se viene accertata  la propria ...

    Dettagli
  • 04 Maggio 2020

    Corona Virus, quale impatto sulla sicurezza?

    Che cos’è il Corona virus, come si diffonde, quali sono i sintomi? Come agire per lavorare in sicurezza? Sono richiesti particolari adeguamenti per le imprese? A quali procedure occorre attenersi sul luogo di lavoro? Queste sono soltanto alcune fra le domande che ci state ponendo, ...

    Dettagli
  • 01 Maggio 2020

    Coronavirus: le mascherine per la collettività - Cosa fanno e come usarle

    Maschere filtranti per l'emergenza Covid-19, deroghe introdotte dal Decreto Cura Italia, etichetta e istruzioni di impiego 1. Le maschere filtranti per la collettività nel Decreto “Cura Italia” Il Ministero della Salute e le autorità sanitarie hanno definito una ...

    Dettagli
  • 19 Marzo 2020

    Reinvio MUD

    ‼️REINVIATO AL 30 GIUGNO‼️ il termine ultimo per la presentazione del MUD 2020, il Modello unico di dichiarazione ambientale, e degli altri adempimenti ambientali prossimi alla scadenza. È quanto previsto dal dl 17 marzo 2020, n. 18, il cosiddetto decreto “Cura ...

    Dettagli
  • 18 Marzo 2020

    CORSO ON-LINE GRATUITO CORONAVIRUS - COS'È E COSA FARE

    Indicazioni generali per la sicurezza nella gestione delle disposizioni dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 ...

    Dettagli
  • 18 Marzo 2020

    YO MENU GRATIS PER I NOSTRI CLIENTI!!!

    🎊Per ringraziare i 6️⃣0️⃣0️⃣ follower facebook nostri fedelissimi annunciamo che grazie alla collaborazione con Alberto Moretti possiamo proporre a tutti gli interessati la WebApp di DELIVERY👨‍🍳 e ordinazione online di cibo in ...

    Dettagli
  • 19 Febbraio 2020

    Corsi di formazione per la sicurezza sul lavoro

    Che cosa sono i corsi di formazione e qual è la loro funzione Il Decreto Legislativo 81/2008 e gli Accordi Stato-Regioni del 2011 (specifico sulla formazione dei lavoratori), del 2012 (sulla formazione riguardante l’uso delle attrezzature) e del 2016 (sulla formazione dei Responsabili ...

    Dettagli
Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici
Ragione Sociale*
Indirizzo*
Nome / Cognome*
Telefono*
Email*
Argomento di interesse*
Eventuale Corso di interesse
Messaggio