News ed aggiornamenti

/ News e aggiornamenti / CONTROLLO GREEN PASS E PRIVACY: COME COMPORTARSI?

06 Agosto 2021

CONTROLLO GREEN PASS E PRIVACY: COME COMPORTARSI?

Il Titolare del trattamento rischia una sanzione salata se non conferisce un incarico formale al soggetto che avrà il compito di verificare il possesso della certificazione verde Covid-19 e se non mette a disposizione una informativa sul trattamento dei dati personali. È quanto discende da una interpretazione sistematica dell’art. 13 del DPCM 17 giugno 2021 in combinato disposto con gli articoli 13 e 29 del Regolamento Ue 2016/679 (GDPR).

Si tratta di adempimenti documentali da accompagnare con una illustrazione delle operazioni da effettuare. Il Titolare del trattamento dovrà poi adottare anche specifiche misure organizzative per consentire un lineare svolgimento delle operazioni.

  • Servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio, per il consumo al tavolo, al chiuso;
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive;
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri di benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • Sagre, fiere, convegni e congressi;
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l'infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici;
  • strutture che erogano prestazioni sanitariesocio-sanitarie e socio-assistenziali,

si dovranno organizzare per attivare azioni di verifica su coloro che dovranno accedere ai servizi oggetto di Green Pass.

La verifica dovrà essere attuata con una l’Applicazione ‘VerificaC19‘ che è stata sviluppata dal Ministero della Salute. A utilizzarla saranno le forze dell’ordine e tutti coloro che saranno abilitati a effettuare i controlli, tra questi i Gestori dei servizi e i loro Delegati.

L'App è scaricabile qui:

https://apps.apple.com/app/verificac19/id1565800117

https://play.google.com/store/apps/details?id=it.ministerodellasalute.verificaC19

Il Green Pass, ricordiamo, è rilasciato a chi si è vaccinato, a chi può esibire un tampone negativo effettuato nelle ultime 48 ore e in seguito a certificazione di avvenuta guarigione. 

Come avviene la verifica

  • La Certificazione è richiesta dal verificatore all’interessato che mostra il relativo QR Code(in formato digitale oppure cartaceo).
  • L’App VerificaC19 legge il QR Code, ne estrae le informazioni e procede con il controllo del sigillo elettronico qualificato.
  • L’App VerificaC19 applica le regole per verificare che la Certificazione sia valida.
  • L’App VerificaC19 mostra graficamente al verificatore l’effettiva validità della Certificazione nonché il nome, il cognome e la data di nascita dell’intestatario della stessa.
  • L’interessato, su richiesta del verificatore, esibisce un proprio documento di identità in corso di validità ai fini della verifica di corrispondenza dei dati anagrafici presenti nel documento con quelli visualizzati dall’App.

Tuttavia, a proposito dell’esibizione del documento d’identità, la Regione Piemonte ha scritto al Garante Nazionale della Privacy "per avere conferma che agli esercenti privati non possano, e non debbano, essere attribuite funzioni tipiche dei pubblici ufficiali". Lo rende noto l'assessore regionale agli Affari legali, Maurizio Marrone, secondo cui "hanno ragione le associazioni di commercianti ed esercenti quando affermano che un ristoratore non ha alcun obbligo e titolarità di identificare i propri clienti esigendo l'esibizione dei documenti di identità, quantomeno nell'ordinamento giuridico italiano".

Chi sono gli operatori che possono verificare la Certificazione

  • I pubblici ufficiali nell’esercizio delle relative funzioni.
  • Il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto nell’elenco di cui all’articolo 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94.
  • I soggetti titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi per l’accesso ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.
  • Il proprietario o il legittimo detentore di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.
  • I gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso di certificazione verde COVID-19, nonché i loro delegati.

Green pass, gli addetti ai controlli devono avere un incarico formale

Tutti coloro che faranno azione di Verifica sul GREEN PASS, dovranno essere incaricati formalmente, avere istruzioni su come fare i controlli e sulla normativa vigente per la protezione dei dati personali.

Tutti, enti pubblici e imprese, devono rispettare adempimenti a tutela della Privacy DGPR e:

  • Designare gli addetti alla verifica dei green pass;
  • Dare ai soggetti designati le istruzioni sulle operazioni di verifica da eseguire,
  • Mettere a disposizione l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 del GDPR,
  • effettuare controlli sul rispetto delle istruzioni;
  • gestire eventuali situazioni di conflitto con gli interessati.

I Titolari del trattamento che, dal 6 agosto 2021 organizzeranno attività al chiuso o nelle strutture sopra riportate, devono predisporre:

  1. NOMINA E ISTRUZIONI AL SOGGETTO DESIGNATO AL CONTROLLO GREEN PASS COVID-19
  2. INFORMATIVA PRIVACY - Artt. 13 E 14 del GDPR 2016/679 - CONTROLLO GREEN PASS
  3. SCHEDA del trattamento “Controllo Green Pass”, che costituirà parte integrante del Registro dei trattamentiobbligatorio ai sensi dell’art. 30 del GDPR

Contattaci per avere supporto in merito!

In primo piano
  • 20 Settembre 2021

    Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127 - GREEN PASS & NOVITA' PER IL LAVORO PUBBLICO E PRIVATO

    Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, nella  Gazzetta Ufficiale n. 226 del 21 settembre 2021, il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, che introduce misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito ...

    Dettagli
  • 06 Agosto 2021

    CONTROLLO GREEN PASS E PRIVACY: COME COMPORTARSI?

    Il Titolare del trattamento rischia una sanzione salata se non conferisce un incarico formale al soggetto che avrà il compito di verificare il possesso della certificazione verde Covid-19 e se non mette a disposizione una informativa sul trattamento dei dati personali. È quanto ...

    Dettagli
  • 02 Agosto 2021

    Tasso medio per prevenzione Inail: scopri come puoi ottenere la riduzione!

    L’INAIL ha comunicato che è disponibile sul portale, nella sezione della modulistica Moduli e modelli – Assicurazione – Premio Assicurativo, il nuovo modello OT23 da utilizzare per le domande di riduzione del tasso medio per prevenzione e la relativa ...

    Dettagli
  • 12 Luglio 2021

    NUOVA SABATINI BENI STRUMENTALI

    Nuova Sabatini Beni strumentali  Con il decreto direttoriale 2 luglio 2021, è disposta, a partire dalla data del medesimo decreto, la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie (disposto ...

    Dettagli
  • 26 Aprile 2021

    PROTOCOLLO VACCINAZIONI NEI LUOGHI DI LAVORO - il Piano Vaccinale Aziendale, l'impatto della Pandemia e i cambiamenti sul lavoro e sulla salute e sicurezza

    In relazione ai recenti sviluppi nella campagna vaccinale nazionale anti SARS-CoV-2/Covid-19, informiamo i nostri lettori che sarà possibile attivare punti straordinari di vaccinazione a livello aziendale. Tale attività costituisce un’importante azione di sanità pubblica ...

    Dettagli
  • 16 Marzo 2021

    BANDO ISI INAIL 2020 – finanziamenti per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

      BENEFICIARI BANDO TUTTE le imprese, anche individuali iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Enti del terzo settore (per alcuni interventi specifici) E’ prevista una specifica linea di finanziamento per le seguenti categorie: - Settori pesca - ...

    Dettagli
Hai bisogno di maggiori informazioni? Scrivici
Ragione Sociale*
Indirizzo*
Nome / Cognome*
Telefono*
Email*
Argomento di interesse*
Eventuale Corso di interesse
Messaggio